Quando l’acqua sa di vino!

QUANDO L’ACQUA SA DI VINO….

Incolore, inodore, insapore… è l’analisi organolettica dell’acqua. Tale neutralità la rende bevanda universale di tutti gli esseri viventi terresti. Luigi Veronelli, grande Maestro del vino, scrisse un libello, un’ode all’acqua. Ma se l’acqua sa di vino cosa succede? Piace di più o di meno? Bodega Liquido Gallaecia è una giovane cantina spagnola nata nel 2016. Nel proprio sito si definisce moderna, e descrive la propria attività, come produzione e commercializzazione di bevande di qualità unendo tradizione e modernità. Produce 4 vini a Denominación de Origen Valdeorras e 3 birre artigianali. Sin qui non ci sarebbe niente da dire. Sennonché ha pensato di ampliare la propria gamma con Vida Gallaecia, un’acqua, anzi due, aromatizzata al vino. 

Si tratta di un mix di acqua e vino nato da una formula segreta che dal netttare di Bacco riproduce le benefiche proprietà antiossidanti, e non ha controindicazione alcuna essendo analcolica e ipocalorica. Sono prodotte con estratti di vino rosso d’uva mencia e di vino bianco d’uva godello. Ma se i vini analcolici non hanno mai suscitato clamore, la notizia delle agua vida è rimbalzata digiornale in giornale facendo il giro del pianeta: ne ha parlato la stampa di quasi tutto il Sud e il Centro America, di Polonia, Slovacchia, Italia, Slovenia, Grecia, Romania, Indonesia, Cina, Nigeria.

 Una risposta piacevolmente assordante per i produttori. L’acqua è stata presentata a Madrid il 21 gennaio scorso al Gala della scienza organizzato dal Consejo Superior de Investigaciones Científicas CSIC. Il CSIC e Bodega Liquido Gallaecia sono riusciti a sviluppare congiuntamente in due anni di collaborazione la prima formula internazionale, ossia un processo di vinificazione derivante dal vino Godello. La prospettiva è trovare una diffusione taleda inserirsi come bevanda anche nella dieta atlantica, con riferimento soprattutto alla Galizia. Una scheda descrittiva non è ancora in commercio. Il successo di Vida Gallaecia dipenderà dalla bontà dei vini Mencia e Godello?

Fabiano GuatterI

Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp
Privacy Policy